martedì 19 aprile 2016

Ciao a tutti! E’ stato bello! :-)

Eh sì bello ma purtroppo non riesco più ad aggiornare il blog, causa partenza incombente e altre mille cose da fare.

Allora come vi ho detto ho cambiato vita.

Anzi cambierò.

Biglietto di sola andata per l’Inghilterra. Nel sud, sulla costa.

Parto Giovedì.

Lascio tutto perché penso che se dobbiamo farla, allora facciamola di brutto!

Quindi adios alla carriera lavorativa, all’appartamento di cui sto ancora pagando il mutuo, ai miei quadri di nyc, agli aperitivi, a quelli del quinto piano, ai weekend al mare e a tutto ciò che di pratico mi sono costruito in questi anni, dalla laurea all’ultimo giorno dei miei 12 anni di lavoro.

Gli affetti ovviamente li porto sempre con me.

Penso di aver impiegato quasi un mese a salutare tutti e la cosa bella è che nessuno mi ha dato del pazzo per aver lasciato un mondo così sicuro e ben protetto.  Che dire… me li sono scelti bene :)

A parte gli scherzi. Non riuscivo più a tenere dentro questo desiderio di fare un’esperienza all’estero. La vacanza o il viaggio non mi è mai bastato perché soffro il ritorno a casa.

E poi la voglia di ricominciare da zero… nella vita le sfide servono. Sono uno dei motivi principali per cui viviamo.
Insomma, se non lo faccio ora che non ho legami quando lo faccio? Ora che ho una indipendenza economica che mi permette di buttarmi, di saltare e rischiare.

Qual è stata la molla principale che mi ha fatto scattare? La routine.

E’ tremenda, ti erode la vita e senza accorgerti ti ritrovi un sacco di anni sulle spalle senza aver toccato il sogno a cui aspiravi. Questo mi ha fatto muovere.

Mi dicono che sono coraggioso perché tanti ne parlano ma pochi lo fanno, in realtà è la paura che mi fa partire. E io sono molto pauroso.
Ho il terrore di guardarmi indietro e pensare a tutto ciò che non ho fatto.

E vabbè, ora si parte.

Vediamo se un giorno riuscirò ad aggiornare questo blog.

Magari sì. Ma per sicurezza vi saluto ora perché non si sa mai.

Non vi sto a scrivere seguitemi di qua o di là, non ha senso, non ho mai cercato follower ma solo un posto dove condividere quotidianità con chi volesse. Grazie per averlo fatto.

Grazie per avermi fatto compagnia in questi anni e per aver letto le mille stupidate che ho scritto. E grazie per avermi dato la possibilità di leggere voi e di conoscervi entrando un po‘ nelle vostre vite. Alcuni dal vivo, molti nel virtuale.
Mi spiace avervi perso un po' di vista ultimamente ma è stato un periodone!!

Siete meravigliosi.

Vi do un mega abbraccio!!

Ciao
Paolo


35 commenti:

  1. Anche se forse non ho mai commentato ti seguivo comunque ti auguro di cuore buona fortuna, buon viaggio, buona vita ;)

    RispondiElimina
  2. Buon viaggio e buone avventure allora :)
    Anche se devo ammetterlo.... A me gli adii non piacciono, mettono tristezza... Troppo tristezza, perché dirsi addio al massimo si dice faccio un giro indefinito per un po di tempo e poi torno :)

    RispondiElimina
  3. Buona vita!! Che bello leggerti super carico di entusiasmo!

    RispondiElimina
  4. Torno dopo tanto tempo, eppure mi pare sia il momento migliore. Non posso che condividere ed appoggiare la tua decisone di lasciare tutto, nel mio caso è stata una delle scelte migliori della mia vita. Per tutto quello che rimane alle spalle, c'è altrettanto di nuovo ed eccitante che comincia.
    Buona fortuna, di cuore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono assolutamente d'accordo. Un abbraccio e un in bocca al lupo per quello che ti sta capitando che è meraviglioso :-)

      Elimina
  5. Noooo ti prego aggiornaci! In bocca al lupo per tutto!

    RispondiElimina
  6. Paoletto, ma non puoi non dirci più nulla.
    Ti faccio un mega in bocca al lupo!

    Abbraccione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedrò di aggiornare.
      Grazie mille carissima. Crepi. :-)

      Elimina
  7. Oh, bene. Molto bene. In culo alla boateng.

    (però possiamo vederti su instagram :-) allora ti seguo!)

    RispondiElimina
  8. Buona fortuna! Noi saremo qui quando vorrai condividere!!!

    Un abbracciiiiiiooo!!!!!!!!! :)

    RispondiElimina
  9. Buona fortuna!!!! E complimenti per il coraggio!!

    RispondiElimina
  10. E' emozionante ed allo stesso tempo nostalgico.
    Buon viaggio che sia un'andata o un ritorno ;-)
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  11. Bravo ti auguro sempre il meglio.

    RispondiElimina
  12. E per sapere cosa è successo dopo il biglietto di sola andata come si fa?

    RispondiElimina
  13. Caro Paolo
    ti scrivo qui dove ci siamo conosciuti per rendere reale quello che è successo, perché ancora non me ne capacito. Per qualche anno sei stato una parte costante delle mie giornate e anche se nell'ultimo periodo ci sentivamo solo occasionalmente lo capivo: tu avevi cambiato stato, io vita. Ci sta. Se penso che anche qualche giorno prima che succedesse ci eravamo scritti una delle nostre solite sciocchezze...Avevo riso. Poi ti ho mandato un messaggio con gli auguri di Natale, ma tu non hai risposto. Che strano ho pensato, poi l'ho scoperto. Tu non c'eri più. Te ne sei andato una notte, nel sonno. Non potevo credere a quello che i miei occhi leggevano su facebook, il messaggio di una tua amica. Sarà di sicuro uno scherzo e ho cercato subito conferma. Invece no, era successo davvero. E oltre allo shock ho provato impotenza. Quella di non poter chiedere a nessuno come? quando? perché? Nessuno sapeva della nostra amicizia nata grazie a questo blog, non conoscevo i tuoi genitori o i tuoi amici in carne ed ossa, io non esistevo se non nelle nostre conversazioni. Com'è dura la tristezza che non puoi esternare, non poter condividere un dolore che è reale anche se la nostra amicizia era virtuale. Dire a tutti che anche io ho conosciuto e perso questo ragazzo così ironico, profondo e buono. Che non è giusto. Che eri così giovane. Che dovevi lasciare il segno nella vita di tante persone come lo avevi lasciato nella mia. Che avevi ancora tanti sogni da realizzare: trasferirti a New York, trovare il grande amore e costruirci insieme una famiglia. Ma purtroppo non posso fare niente, se non ricordarti per sempre e prendere la tua morte come un avvertimento della vita: vivi intensamente qui e ora. So che tu vorresti così.
    Addio my dear friend.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono tornata in questo blog perchè speravo che fosse tornato a scrivere... non avrei mai voluto leggere una notizia del genere! :(

      Elimina
    2. Leggo anch'io per caso... Non ho parole, che tristezza mamma mia

      Elimina
  14. The first year I went to college, I studied hard. I have a friend who lives next to him, he often plays games overnight, he's very thin but smart. So I feel uncomfortable when he plays and sometimes yelling, I hate being bothered by him, I can concentrate to work or study.
    One beautiful day, I know: You are studying information technology, you want to create a game that can be suitable for anyone. This reason makes him play many different games to find focus on each game. I keep an eye on him, I think his ideas are great. I started talking to my neighbors and trying the game. Because I have never played it, my limbs are not flexible, my eyes are not fast and my head is reflective but my friends are not. He can play any game perfectly. Then, once a week, I follow him to the game store and my life is changing right now.
    When playing games, we must focus and have a clear strategy. If you are familiar with this, you will easily succeed in many other areas. We can solve all problems in life when the mood is good and the best way to relax is to play the game, you can forget all the bad things, you can neglect any body, even are beautiful boys. The boy is coming and sitting beside me because of his intense concentration. You can make friends with many smart people and special interests. However, you should play on a purposeful schedule to avoid being addicted.
    I realize: something in life is bad if we see them for the first time, but you can learn about reality to have an objective assessment for it.
    Friv | Friv 1000 | Kizi 5 | GamesBX

    RispondiElimina
  15. The first year I went to college, I studied hard. I have a friend who lives next to him, he often plays games overnight, he's very thin but smart. So I feel uncomfortable when he plays and sometimes yelling, I hate being bothered by him, I can concentrate to work or study.
    One beautiful day, I know: You are studying information technology, you want to create a game that can be suitable for anyone. This reason makes him play many different games to find focus on each game. I keep an eye on him, I think his ideas are great. I started talking to my neighbors and trying the game. Because I have never played it, my limbs are not flexible, my eyes are not fast and my head is reflective but my friends are not. He can play any game perfectly. Then, once a week, I follow him to the game store and my life is changing right now.
    When playing games, we must focus and have a clear strategy. If you are familiar with this, you will easily succeed in many other areas. We can solve all problems in life when the mood is good and the best way to relax is to play the game, you can forget all the bad things, you can neglect any body, even are beautiful boys. The boy is coming and sitting beside me because of his intense concentration. You can make friends with many smart people and special interests. However, you should play on a purposeful schedule to avoid being addicted.
    I realize: something in life is bad if we see them for the first time, but you can learn about reality to have an objective assessment for it.
    Friv | Friv 1000 | Kizi 5 | GamesBX

    RispondiElimina