mercoledì 31 luglio 2013

Ritorno e riscrivo

-perdonate l'assenza di qst gg-

Riscrivo il post passato.

Fatalità parlavo proprio di minestre riscaldate! ehehehe

Taaadaaaaan!
Toh, che bella hit che vi faccio sentire.

 
Sì ok, non è rock ma merita davvero.
L'ho nominata colonna sonora dell'estate 2013.
 
 
Parla di seconde possibilità.
 
 
Non si tratta del mio caso ma, ultimamente, sia qui che tra gli amici è venuto spesso fuori questo argomento.
 
Seconde possibilità, alias minestre riscaldate.
Ne ho avute e ne ho date.
Come tutti.
Vale la pena?
Non ne vale la pena? Depende (Jarabe de Palo)
 
 
Dipende da cosa c'è stato nel mezzo.
 
 
Secondo me si capisce subito se si è rotto qualcosa in maniera irrimediabile oppure se il feeling che c'era all'inizio è rimasto intatto.
 
 
Personalmente credo che ritrovarsi dopo un periodo di distaccamento e scoprire che il sentimento è ancora bello forte per entrambi, sia una delle cose più belle che possano capitare.
 
 
L'altra sera sono stato a cena dalla Miki, che tra l'altro ringrazio pubblicamente per avermi deliziato culinariamente con un menù a base di pesce.
(Vedete cosa significa stare solo? Che le amiche hanno pietà di te e ti invitano a cena.
I'm diabolique hehehe :-P )
 
 
Cmq, lei ha dato molte possibilità al suo ex e, pur esendone ancora innamorata, con una grande forza di orgoglio, in questi giorni ha deciso che era ora di chiudere le porte con il passato e gettare la chiave. E brava Miki! :-)
 
 
Poi, chiaro, se c'è di mezzo un tradimento non c'è minestra riscaldata che tenga.
Ma nemmeno un piatto di lasagne fatte in casa!
 
 
Ve vojo bbene :-)

26 commenti:

  1. Beh Depende, Jarabe de Palo aveva ragione :)
    Se la rottura non è insanabile, se non ci sono state corna, se ci si rende conto che lasciarsi è stato uno sbalgio.
    Dal canto mio beh... io la mia minestra riscaldata me la sono sposata.

    Evviva le seconde possibilità.

    RispondiElimina
  2. In generale penso che sia giusto concedere la seconda possibilità. Nessuno è nato imparato e perfetto, sbagliare può succedere a tutti. Però dipende dalla situazione. Credo che in certi casi, puoi concederne anche altre 1000 di possibilità, ma se la cosa è irrimediabile tale rimane e non c'è altra chance che tenga.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già.
      Diciamo che se uno riesce a capire qual è il vero motivo di rottura è già una gran cosa

      Elimina
  3. Però se qualcosa si è rotto un motivo ci sarà stato, no?
    Ci si può provare, per carità, ma secondo me poi tornano gli stessi problemi, le stesse liti e forse non ne vale poi così la pena..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo alle volte anche un semplice fraintendimento può essere dannoso, o magari la maturità della coppia...

      Elimina
  4. A me personalmente, i tira e molla, fanno un pò tristezza alla lunga. Ma come in tutte le cose, esistono le eccezioni.
    Capita che due persone si incontrino, la prima volta e che quello non fosse il momento giusto. Capita che provino ad amarsi e che qualcosa non vada come dovrebbe. Capita che decidano di comune accordo o per scelta di uno dei due, di lasciarsi e proseguire per la propria strada. Capita che dopo qualche settimana, qualche mese o qualche anno, si rincontrino. A volte, addirittura dopo molti anni. Capita che, a quel punto, non somigli nemmeno ad una seconda possibilità, ma più ad un nuovo inizio. Capita che si scopra una persona diversa, un'affinità e una maturità differente. Capita che si scopra il modo giusto per amarsi. Capita che funzioni, anche.
    E allora, mi dico, perché non dare una seconda chance all'amore?!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto!
      Non ho nulla da aggiungere. :-)

      Elimina
  5. A me i tira e molla snervano e anche se poi sono ancora innamorata comincio a vedere i mille difetti, anche inventati lo ammetto!!
    Se poi c'è sttao tradimento...Vade retro...ma come si dice mai dire mai!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per seconda occasione non includevo i tira e molla che, concordo con te, sono snervanti e inutili.

      Elimina
  6. Le seconde occasioni possono esserci, ma appunto se non hanno il sapore delle minestre riscaldate, ma se c'è spazio per (ri)costruire un futuro.
    In quest'ottica, se mai mi capitasse, vorrei avere la capacità di non mettere paletti (del tipo: se mi ha tradita, allora nessuna seconda possibilità, ma di saper guardarmi dentro e chidermi se davvero voglio riprovarci, partendo da zero, senza crediti o debiti.

    comunque è estate: io voto per i flirt da spiaggia, ora ;P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hahahaha estate è spensieratezza...

      E se lui non ti tradissime, ma nel mentre andasse con altre donne come la prenderesti?

      Elimina
    2. Fai finta che tradissime sia un superlativo di tradisse -_-"

      Elimina
    3. sono le due del primo agosto e sono al lavoro... ma non capisco la domanda: ma scusa, se nel mentre andasse con altre donne, non sarebbe comunque un tradimento?

      Oppure per tradimento intendi una storia parallela e basta?

      Elimina
  7. Le secondo occasioni posso esserci solo se il tuo ex partner è disposto ad accettarti come sei e non che prima ti lascia e poi ti rivuole, ma solo se cambi carattere. Esperienza mia, se la voglia di dargli la seconda possibilità c'era...ora è andata a fancuore...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah beh sì, una persona che non ti vuole per quello che sei realmente, vuole solo una proiezione della sua mente. Che vada con quella :-)

      Elimina
  8. Ovviamente, dipende…
    ..dal sentimento che si prova, dal problema, se è sormontabile o no e se vale la pena affrontarlo…
    Ma se ciò che ha spinto a lasciarsi è un aspetto caratteriale, allora si deve essere disposti ad accettare anche quel lato del carattere…altrimenti è inutile riprovare, perché le persone non cambiano …anche se alle volte si ha la tentazione di credere il contrario.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, le persone non cambiano. Smussano alcuni lati ma è difficile trovarsi di fronte persone diverse.

      Elimina
  9. Come hai detto tu, dipende. Da tante cose. Dall'intensità del sentimento, dai motivi che hanno portato alla rottura, da quanto si è cambiati nel frattempo...insomma che non esiste una regola generale.
    Molto spesso però, nel disperato tentativo di rimettere insieme i cocci, si mette in atto solo una serie di comportamenti per non ripetere gli errori del passato, e così facendo vengono a mancare quella magia e quella naturalezza che appartengono all'amore.
    E forse è per questo che non credo molto alla minestra riscaldata che funziona a lungo termine.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, tutto poi ha il sapore del "programmato", del stare attenti agli errori del passato.
      Perde in naturalezza e quindi buonanotte!

      Elimina
  10. Emh emh emh, perchè mi fischiano le orecchie abbbbestia?!
    Comunque, darò il mio lapidario parere da esperta dell'argomento: in determinati casi pensare troppo e lasciare spazio all'orgoglio può precludere gran bei momenti, alla fine l'orgoglio non ha mai regalato grandi gioie a nessuno, l'unica vera ragione che dovrebbe sostenere qualunque azione è il benessere personale; stai bene con la minestra riscaldata? La minestra riscaldata è giusta. Stai male? Minestra riscaldata clamoroso errore. Come fare a saperlo? Dare 'sta benedetta seconda possibilità. Tutti ne meritano almeno una. Alcuni una e basta però. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero. Il proprio orgoglio nei rapporti deve essere accantonato secondo me. Insomma se l'altro ci tiene a te, non serve a niente. Alza inutili muri freddi.
      Ovviamente parlo nel caso un cui si conosca bene l'altra persona per cui si è certi che non vuole fregarci.

      Elimina
  11. Io e il Pover'uomo ci siamo rincorsi per anni tra un'interruzione e l'altra... che dire?

    L'ultima interruzione è stata piuttosto dura da digerire e ancora non sono proprio convintissima della mia scelta di riscaldare la minestra per l'ennesima volta! Però sai, in Toscana c'è la RIBOLLITA, che per me è la cosa più boooona dell'universo. Si vede che ce l'abbiamo nel DNA questo vizio ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hahahaha
      L'importante è che sia buona come la prima volta!
      No beh, mi spiace per questa situazione.
      Ma sei una che ascolta il cuore quindi senz'altro farai la scelta migliore.
      Un abbraccio. :-)

      Elimina
  12. Minestra riscladata mmmm, non so te...ma per me molti piatti son meglio quando son riscaldati che quando son belli caldi...parlando invece di noi comuni mortali...io sono per il dare sempre una seconda possibilità, tanto lo si capisce subito se il punto da cui guardi il mondo (per citare Depende) è lo stesso per entrambi o se si è degli strabici che tentano di giocare a nascondino con i vecchi problemi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella l'ultima frase.
      Sì, a me è capitato in passato di nascondere e non di risolvere i vecchi problemi.

      Elimina