venerdì 25 ottobre 2013

Margherita: mama o non m'ama oppure magna o non se magna?

Qualche post fa raccontavo che il motto della mia università è Ricorda e Splendi.

Ebbene, oggi l'ho cambiato con Ricorda e Fatti-'na-risata.

Ripensando ad un episodio del mio passato.


2004.
Maggio.
Ore 13.00.
Trieste.

Devo ricucire una storia malandata.

Scendo dal treno e arrivo trafelato in corso XX settembre. E' un viale alberato, quasi totalmente a zona pedonale.
Ai lati ci sono bar e cinema per studenti e d'essai.

Viale XX settembre

Verso la fine del viale scorgo una baldacchino che vende fiori, proprio vicino al Politeama Rossetti.

Mi fermo.

- "Salve, vorrei un bel mazzo di rose, anzi no, margherite, che sono il suo fiore preferito"
- "Non le ho, però se vuole le posso dare delle margheritone, che sono belle uguali"
- "Aggiudicato"

Beh se adora le margherite, vuoi che le margheritone non le piacciano? Anzi, farò doppio effetto.
Insomma, come se fossero delle super margherite. Margherite all'ennesima potenza.

Bene, bene.

Altri dieci minuti di cammino e arrivo sotto il suo campanello.

Suono.
Salgo.
Arrivo alla porta.
Lei esce.

Taaadaaaan!

Impugno le margherite come se fossero la spada laser di star wars e con sorriso smagliante esclamo:

"Queste sono per te"
"Oh... devi dirmi qualcosa?"
"Sì, che ti amo" ^_^
"Ah... sei sicuro?..."
"Certo che sì!"
"Allora posso chiederti perchè mi stai regalando dei crisantemi??????"

O_O Glom!

Era meglio se je portavo 'na pizza.


31 commenti:

  1. hahahahahahahahahhahaahhahahaha sono morta. Ma poi com'è andata? Io t'avrei perdonato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è stata una mezza assoluzione.
      Ma questa è un'altra storia :-)

      Elimina
  2. hahahaha oddio che ridereeee:DDD almeno hai sdrammatizzato dai;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io vivo nella sdrammatizzazione. :-P
      Infatti ne avrei di storie da raccontare...

      Elimina
  3. Pure a me una volta il salumiere vendette una spalla per prosciutto cotto...
    ti capisco...

    ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che tu abbia fatto meno danni :-)

      Elimina
  4. Nuuuoooo
    I crisantemi nuuuooooo
    Ahhahhaaaaa :-)

    RispondiElimina
  5. Aahahahahah!
    Rido da dieci minuti. Ma come fai?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è stata colpa mia ma della fiorista che ha fatto di me ciò che voleva.

      Elimina
  6. Ahò... poco ma sicuro! Forte però :-D

    RispondiElimina
  7. Forse i crisantemi sono le nuove margherite.
    No, eh?

    RispondiElimina
  8. il mazzo dei crisantemi arrivò pure a me. E' apprezzabile comunque, ha un che di naif e da vieni-qua-che-almeno-c'hai-provato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, anche se il suo sguardo era tutto tranne quello.

      Elimina
  9. sei proprio un personaggio da telefilm :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mia vita è una sitcom, giuro!
      :-)

      Elimina
  10. allora non sono l'unica "Fantozzi" in circolazione!
    direi consolante :-D

    RispondiElimina
  11. Donna ingrata. Io sarei contenta anche se mi regalassero un'ortica!!
    il punto è che non mi regalano manco quella! :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hahahaha vedrai che anche a te arriverà sicuramente un bel mazzolino di crisantemi :-)

      Elimina
  12. Hahahahahaha, favoloso....vedi che le classiche vecchie rose alla fine erano meglio? Dubito che delle 'rosellone' si sarebbero rivelate dei broccoli! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì davvero, le rosellone al massimo le avremmo mangiate ahahahah :-D
      Però mi hai dato un'idea per il futuro....

      Elimina
  13. I fiorai di Trieste. Parliamone. Quello in via Udine veniva a fare pipì nel cortile di casa mia. Prego, entri pure...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hahahaha meraviglia! Diciamo che Trieste è pieno di personaggi... come il ristorante da Franco Sporco (e ho detto tutto)

      Elimina
    2. Il genio assoluto è il vecchietto con i pantaloni ascellari stile Fantozzi che chiede sigarette a tutti e quando incrociava la mia amica urlava TETTETETTETETTE!!!!
      :-)
      Ah come mi manca tutto!

      Elimina
    3. Hahahaha magnifico. Ci sono molti pazzi in giro per Trieste e non è un caso. Da lì è nata la legge Basaglia che ha aperto le porte dei manicomi. E' proprio una città unica :-)

      Elimina
  14. Mi sa che il fioraio ti ha preso un pò per i fondelli eh? ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma giusto un po'... sapessi quanto l'ho maledetta, sapessi quanto!

      Elimina
  15. Che manipolo di botanicamente ignoranti.

    RispondiElimina